SUBALTERNO = BENE ?

Non sempre. La Mappatura restituisce una quantificazione dei BENI IMMOBILI CONFISCATI sul territorio della Regione Emilia-Romagna eseguita non in funzione dei singoli SUBALTERNI catastali, bensì sulla base di una logica connessione tra i diversi ambienti o UNITÀ IMMOBILIARI del medesimo bene seppur caratterizzati da subalterni differenti.

 

Un’abitazione e relativa autorimessa, catastalmente contraddistinte da due subalterni differenti, vengono computate come un solo BENE dal momento che, ragionando in termini di riutilizzo, costituiscono un unicum in un’ottica di autonomia funzionale e reddituale del BENE stesso.